Storia di un’amicizia: Lazzaro Felice

maggio 25, 2018 12:16 pm

Dopo Corpo Celeste e Le meraviglie, l’arte libera e destrutturante della regista Alice Rohrwacher rivive nel film Lazzaro felice, in uscita nelle nostre sale il 31 maggio.

Al di là del bene e del male

Il film racconta la storia di Lazzaro, giovane contadino dall’animo gentile e incapace di pensare male del prossimo. La sua vita viene stravolta dall’incontro con Tancredi, coetaneo di Lazzaro, che sfrutterà l’ingenuità di quest’ultimo per fingere di essere stato rapito.

Il rapporto tra i due vivrà di esperienze che porteranno Lazzaro a superare la linea dello spazio-tempo della città, dove i due si ritroveranno a distanza di anni.

Il racconto della bontà

Lazzaro felice, è, per ammissione della stessa regista, una storia priva di effetti speciali, che racconta semplicemente «la possibilità della bontà, che gli uomini da sempre ignorano, ma che si ripresenta e li interroga» su qualcosa che poteva essere e che l’uomo non ha voluto.

È la terza fatica cinematografica di Alice Rohrwacher, dopo Corpo Celeste (presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes 2011, nella sezione Quinzaine des Réalisateurs) e Le meraviglie (con cui, sempre a Cannes, ha vinto il Grand Prix della Giuria).

I protagonisti

A vestire i panni di Lazzaro e Tancredi sono, rispettivamente, i giovani attori Adriano Tardiolo e Luca Chikovani. Presenti nel cast anche Alba Rohrwacher (sorella della regista) e Nicoletta Braschi, che torna sul set dopo tredici anni dalla sua ultima apparizione ne La tigre e la neve di Roberto Benigni.

Lazzaro felice ti aspetta nei nostri cinema dal 31 maggio.

Scopri il film
© 2018 Circuito Cinema
Designed & powered by Napier

Biglietto veloce

Biglietto veloce

Cinema:
Film:
Data:
Spettacolo: